Al via la nuova, entusiasmante stagione concertistica della IUC

Ott 22nd, 2015 | Category: Attualità

IUCLa IUC (Istituzione Universitaria dei Concerti) di Roma ha inaugurato la 71esima stagione ricca di appuntamenti imperdibili e di ospiti che sapranno dare ampia dimostrazione del loro incommensurabile talento sul palco dell’aula magna dell’università Sapienza. La grande forza della IUC è anche il pubblico, che apprezza, acclama e riconosce la grandiosità di un tale imperdibile appuntamento con l’arte e che ogni anno si rivela entusiasta e numeroso. Indubbiamente c’è totale accuratezza nella scelta, raffinata e brillante, del programma proposto in cui le performance sono sempre all’altezza delle più rosee aspettative. Ulteriore prova del fatto che dietro ad un prezioso successo ci sono sempre impegno, passione e forte dedizione.

L’esordio, il 17 ottobre, ha avuto come protagonista l’Akademie für Alte Musik Berlin e la musica del genio di Johann Sebastian Bach riproposto attraverso due Cantate (la nuziale BWV 202 e la sacra BWV 199), con il soprano Dorothee Mields, e due Concerti (in Mi maggiore per violino, archi e continuo BWV 1042 e in Fa minore per clavicembalo e archi BWV 1056), con solisti il primo violino e konzertmeister Georg Kallweit e il clavicembalista Raphael Alpermann. Musica barocca e tanta maestosità nell’esecuzione di brani riconosciuti come universalmente sublimi oltre che modello di tecnica ineccepibile coniugata alla pura beltà della melodia.

Ma il debutto è solo un dolce preludio ai ben trentatré concerti che si susseguiranno fino al 3 maggio. E anche quest’anno ce n’è per tutti i gusti. Il giusto mix di classicità e modernità saprà rendere omaggio alle opere e all’estro di maestri eccezionali grazie ad interpreti d’eccezione, che faranno rivivere, per il tempo di un concerto, la forza trascinante di note, armonie e canti che risuonano con energia e passione.

Tra ritorni e ‘new entry’ si darà vita ad uno spettacolo in cui la varietà e l’eccellenza saranno parte integrante degli spettacoli. Tra gli artisti di quest’anno figurano l’Ensemble Micrologus, che rievoca la musica dell’epoca dell’Orlando Furioso, in occasione dei cinquecento anni dalla pubblicazione del poema di Ludovico Ariosto, l’Ensemble Berlin, che esegue le musiche di scena di Richard Strauss per Il borghese gentiluomo di Molière, con la voce recitante di Peppe Servillo, il pianista Yundi Li, e ancora, Pietro De Maria, Emanuele Arciuli, il Quartetto di Cremona. Ma l’elenco è ben lungi dall’esaurire la lista dei protagonisti di questa manifestazione e, quindi, non resta che abbandonarsi all’ascolto. Torna anche “Musica Pourparler”, il ciclo di incontri mattutini in cui c’è spazio per un confronto, un dialogo tra musicisti, studenti e cultori.

 

Per ulteriori informazioni sulla stagione in corso: tel. 06 3610051/2; www.concertiiuc.it;   botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

 

 

Micaela De Filippo