Allarme Istat, obesi 4 italiani su 10. Diminuiscono i fumatori

Set 24th, 2012 | Category: Attualità

L’esercito degli italiani in sovrappeso ha doppiato quello dei fumatori.
Le persone con problemi di obesità rappresentano oltre il 40% della popolazione e negli ultimi otto anni, sono aumentate di un 4%. Tendenza contraria, invece, per i fumatori che sono diminuiti dell’1,3% e rappresentano attualmente il 19,4% della popolazione, segnale che combattere la dipendenza dalla nicotina è possibile.
A lanciare l’allarme obesità è il rapporto annuale dell’Istat che, attraverso una serie di dati – elaborati dall’Adnkronos mettendo a confronto il 2003 con il 2011 –, ha fotografato una situazione di pericolo specialmente per quanto riguarda i più giovani.
Il sovrappeso colpisce soprattutto i ragazzi tra i 14 e 34 anni, con incrementi che sfiorano il 5%. Il problema – tutto italiano – interessa molto l’obesità infantile: 4 bimbi su 10, con meno di 16 anni, risultano in sovrappeso. E a correre il rischio sarebbe anche un buon 10% di quei bambini che hanno un peso che rispetta livelli di normalità. Nelle persone tra i 45 e i 55 anni si registra invece un calo, anche se non molto pronunciato, (-1,6%), ma la situazione torna grave tra gli italiani più maturi tra cui si attesta il numero più importante di obesi: il 62,2% della popolazione tra i 65 e i 74 anni è vittima dal fenomeno. Una dipendenza dal cibo, dunque, che si sviluppa soprattutto tra i giovanissimi e tra gli over 60.
Infatti, oltrepassata la soglia dei 45 anni, sembra che il cibo diventi un amico inseparabile per oltre il 60% della popolazione.
Migliorano invece i dati sul fumo. Per contro, però, preoccupa l’aumento dei giovanissimi che si avvicinano alla sigaretta per curiosità per diventare poi dei fumatori abituali. I ragazzi fumatori tra i 14 e i 17 sono aumentati, infatti, di quasi un punto percentuale e rappresentano attualmente l’8,8% del totale.
La percentuale più elevata di fumatori si trova nella fascia di età tra i 25 e i 30 anni (30,6%), seguita immediatamente dalle fasce successive di 35-44 anni e 45-54 anni (tra cui si registra rispettivamente il 27,5% e il 27,6% di fumatori).
Nella fascia tra 18 e i 24 anni a fumare è un giovane su quattro (il 25,4% sul totale); la percentuale comincia a scendere nella fascia compresa tra i 55-64 anni (il 23,3%), diminuendo ulteriormente tra i più maturi, nella fascia di età compresa tra i 65 e i 74 anni (13,9%). Infine, la percentuale più bassa di fumatori la si riscontra tra gli ultra-settantacinquenni: tra loro è solo il 5,6% a non rinunciare alle sigarette.