Ascanio Celestini ospite dell’Heaven Gourmet Club

Mar 10th, 2015 | Category: Cultura

Diapositiva1Mercoledì 18 marzo, a partire dalle ore 19:00, sarà all’Heaven Gourmet Restaurant l’eclettico Ascanio Celestini.

Durante l’incontro, organizzato in collaborazione con “Quelli che la…Cultura”- Associazione Culturale di Teresa D’Antoni, l’autore intratterrà con la sua nota simpatia il pubblico che tanto lo ama.

Romano di nascita, Celestini trascorre la sua gioventù nel quartiere periferico di Morena. Consegue la maturità classica nel 1991. Dopo gli studi universitari in lettere con indirizzo antropologico si avvicina al teatro a partire dalla fine degli anni novanta collaborando, in veste di attore, ad alcuni spettacoli del Teatro Agricolo O del Montevaso, tra cui Giullarata dantesca (1996-1998), rilettura dell’Inferno di Dante alla maniera dei comici dell’Arte. Riceve diversi riconoscimenti, tra cui nel 2002 il Premio Ubu speciale “per la capacità di cantare attraverso la cronaca la storia di oggi come mito e viceversa”, nel 2004 il Premio Fescennino d’oro, il Premio Gassman come miglior giovane talento, il premio Oddone Cappelino per il testo “Le Nozze di Antigone”, nel 2005 il Premio Ubu per lo spettacolo Scemo di guerra (come Nuovo testo italiano) e vari altri premi per i suoi testi letterari e teatrali tra i quali il Premio Satira Politica, il Premio Histryo, il Premio Bagutta, il Premio Fiesole Narrativa Under 40, il Premio Anima, il Premio Vittorio Mezzogiorno, il Premio Flaiano o il Premio Trabucchi alla Passione Civile, il Premio Govi.

È considerato uno dei rappresentanti della seconda generazione del cosiddetto teatro di narrazione: i suoi spettacoli sono fatti di storie raccontate e sono preceduti da un lavoro di raccolta di materiale lungo e approfondito. L’attore-autore fa quindi da filtro, con il suo racconto, fra gli spettatori e i protagonisti dello spettacolo. L’attore in scena rappresenta sé stesso, anche quando parla in prima persona: è qualcuno che racconta una storia.

Gli spettacoli di Celestini sono caratterizzati da un’economia di mezzi attoriali e scenografici: i movimenti dell’attore sulla scena sono ridotti al minimo e la comunicazione si svolge attraverso le capacità di affabulazione. Il ritmo vocale è rapido e quasi senza pause, la scenografia elementare.

Nell’opera di Celestini la Storia si mescola sempre con micro-storie e vicende personali, mentre l’irruzione del fantastico connota il suo lavoro come marcatamente popolare.

Al termine dell’incontro sarà servito un apericena.

Contatti Heaven Gourmet Club di Roma

Viale di Porta Ardeatina, 119 – 00154 Roma (Piramide)

Tel. 065743772 – E-mail: info@heaven.it

 

Alessandro Ascolani