ECOPLASBRICK. Un sistema edilizio da raccolta differenziata al MADE EXPO’

Mag 20th, 2010 | Category: Economia

All’interno del MADE EXPO’ – Milano Fiera Rho, presso
OFARCH LABORATORIO DI ARCHITETTURA “CULTURA
DEL PROGETTO E IMPRESA. Architettura, Tecnologia,
Società” è stato allestito lo spazio di presentazione di
“ECO-PLASBRICK. Sviluppo e sperimentazione di un
sistema edilizio ecosostenibile realizzato con l’impiego di
materiali ceramici e plastiche miste, provenienti dalla
raccolta differenziata”, ricerca , condotta dall’ Arch. Alessia
Guarnaccia, nell’ambito del Dottorato in Tecnologia dell’
Architettura dell’ Università degli Studi di Napoli “Federico
II”, con il sostegno del COREPLA (Consorzio Nazionale per
la Raccolta, il Riciclaggio ed il Recupero dei Rifiuti di
Imballaggi in Plastica) e la partnership di SRI s.r.l. Società
Recupero Imballaggi, Erreplast. S.r.l., Laminam S.p.A.
L’ obiettivo fissato per la ricerca è stato quello di indagare la
possibilità di riutilizzo e conseguente collocazione sul mercato,
in un comparto dai grandi numeri come quello
dell’edilizia, delle plastiche miste post-consumo, provenienti
dalla raccolta differenziata, che attualmente sono soggette
unicamente a smaltimento, con “contributo ambientale” e
quindi con dispendio di soldi. La ricerca perviene alla sperimentazione
e prototipazione di un nuovo componente edilizio
ecosostenibile realizzato con l’impiego delle plastiche
miste post-consumo (prodotto di scarto del riciclo meccanico
della plastica) e materiali ceramici, che assume forma di
un pannello sandwich. La ricerca si conclude anche con la
progettazione di un sistema iscrivibile al novero delle “facciate
o pareti ventilate”, inteso come possibile applicazione
del suddetto pannello. La presentazione al pubblico della
ricerca è avvenuta il 5 febbraio 2010, sempre all’ interno
dello spazio OFARCH LABORATORIO DI ARCHITETTURA,
con la presenza di Alessia Guarnaccia, Facoltà di
Architettura di Napoli Federico II Dipartimento di Progettazione
Urbana e di Urbanistica;
del Responsabile Ricerca COREPLA; di Antonio
Diana, Presidente Erreplast. S.r.l.; di Massimo Baroni,
Laminam S.p.A. “Il sapere della comunità pensante non
è più un sapere comune, perché ormai è impossibile che
un solo essere umano, o anche un gruppo, dominino tutte
le conoscenze, tutte le competenze, è un sapere essenzialmente
collettivo, impossibile da riunire in un unico
corpo” Lévy P., Collective Intelligence Mankind’s
Emerging World in Cyberspace, Perseus Books, Cambridge,
Mass, 1997.
Lo spazio che ha ospitato la ricerca ECOPLASBRICK è
stato progettato da Alessia Guarnaccia come un esperimento
di corale che ha coinvolto sullo stesso tema
linguaggi di tre differenti mondi: arte (Felix Policastro),
fotografia (Francesco Pischetola), e poesia (Assuntina
De Vito). Al centro la “purificazione dell’anima”
(F.Policastro; tecnica: polistirolo, stucco, plastica
riciclata, vernice poliuretanica) si erge dal materiale
plastico riciclato, rappresentando la “nuova vita” che l’
utilizzo delle materie prime seconde rende possibile (“…
e tu potresti farmi credere / che dalla materia senza più
vita / nuove forme vengono fuori / e tocca a noi cercarne
l’anima.” A. De Vito). La “rinascita” è circondata dalla
rappresentazione visiva (F.Pischetola) dello spirito che
ha animato il progetto oltre che dalle note tecniche dello
stesso.