Golden Globe 2012: trionfa “The Artist”

Gen 30th, 2012 | Category: Spettacolo

Si è tenuta a Los Angeles la 69sima edizione della premiazione dei Golden Globes. Come ogni anno i vincitori sono stati decretati dalla Hollywood Foreign Press Association, la stampa estera accreditata ad Hollywood.

Da qualche anno a questa parte questa cerimonia è ritenuta molto importante, perché quasi sempre anticipa quelli che saranno i vincitori dei Premi Oscar.

Come ogni anno ci sono i vincitori e ci sono i vinti. Il film che si è portato a casa più premi è stato il film muto in bianco e nero “The Artist”, vincitore di 3 Golden Globe. Al secondo posto “The Descendandts” con 2 premi. Gli altri film hanno ricevuto 1 Golden Globe.

Ma entriamo nel dettaglio dei vincitori.

Nella categoria di miglior film drammatico ha trionfato “The Descendants” di Alexander Payne. Il film è stato capace di battere due film favoriti come “Hugo Cabret” di Martin Scorsese e soprattutto “Le idi di Marzo” di George Clooney. Gli altri film in nomination erano “Moneyball” di Bennett Miller e “War Horse” Steven Spielberg.

Per la categoria miglior commedia o musical ha vinto, rispettando ogni pronostico, “The Artist” di Michel Hazanavicius. Non c’è stata possibilità di vittoria per gli altri film in nomination: “50/50” di Jonathan Levine, “Bridesmaids” di Paul Feig, “Midnight in Paris” di Woody Allen e “My Week With Marilyn” di Simon Curtis.

Un premio molto ambito è certamente quello per il miglior regista, che quest’anno è andato al sempreverde Martin Scorsese per “Hugo Cabret”. Scorsese ha battuto la concorrenza di Woody Allen (Midnight in Paris), George Clooney (Le idi di Marzo), Michel Hazanavicius (The artist) e Alexander Payne (The Descendants).
Woody Allen, però, vince il premio per la miglior sceneggiatura per “Midnight in Paris”. Allen è riuscito a battere la concorrenza di Michel Hazanavicius (The Artist); Alexander Payne, Nat Faxon e Jim Rash (The Descendants); George Clooney, Grant Heslov e Beau Willimon (Le idi di marzo); Aaron Sorkin e Steven Zaillian (Moneyball).

Passando invece alle categorie degli attori, per la categoria di miglior attore in una commedia il Golden Globe è andato a Jean Dujardin (The Artist) il quale ha vinto, rispettando ogni pronostico, contro Brendan Gleeson (The Guard), Joseph Gordon-Levitt  (50/50), Ryan Gosling (Crazy, Stupid, Love) e Owen Wilson (Midnight In Paris).

La migliore attrice in una commedia, invece, è stata l’ex ragazza di “Dawson’s Creek” Michelle Williams per il suo ruolo nel film “ My Week With Marilyn”. La Williams ha battuto attrici del calibro di Jodie Foster (Carnage), Charlize Theron (Young Adult), Kristin Wiig (Bridesmaids) e Kate Winslet (Carnage).

Per la categoria dei film drammatici, invece, il migliore attore è stato George Clooney (The Descendants). La vittoria di Clooney non era molto scontata dato che si è trovato davanti Leonardo DiCaprio (J. Edgar), Michael Fassbender (Shame
), Ryan Gosling (Le idi di Marzo) e l’amico Brad Pitt (Moneyball).

La migliore attrice in un film drammatico, invece, è stata la sempre straordinaria Meryl Streep per la sua interpretazione di Margaret Tatcher in “The Iron Lady”. La Streep ha battuto Glenn Close (Albert Nobbs), Viola Davis (The Help), Rooney Mara (The Girl With The Dragon Tattoo) e Tilda Swinton (We Need to Talk About Kevin).

Gli altri vincitori sono: per la categoria di miglior attore non protagonista Christopher Plummer (Beginners); per la categoria di miglior attrice non protagonista Octavia Spencer (The Help); il miglior film straniero è stato “A Separation” mentre il premio come miglior film animato è andato a “Le Avventure di Tintin – Il segreto dell’unicorno” di Steven Spielberg.

Non ci resta che aspettare ancora un mese per vedere chi verrà premiato nella cerimonia degli Oscar. Clooney vincerà anche lì o dovrà lasciare il premio all’amico Brad Pitt o al suo attore Ryan Gosling? Quale sarà il miglior film?” The Artist” trionferà ancora? A fine febbraio ne sapremo di più.

 

Girolamo Tripoli