Il Don Magnani istituisce un corso di logistica. Le riflessioni di Vittorio Borelli, Alessandra Borghi e Franco Stefani.

Dic 23rd, 2013 | Category: Economia

Si sono aperte in questi giorni le iscrizioni presso l’IPSIA Don Magnani di Sassuolo il ‘Corso di Logistica’, primo esempio in Emilia di un percorso formativo di cinque anni su questi temi presso un istituto professionale. Un percorso formativo che nasce dall’incontro tra scuola e mondo del lavoro che, attraverso un innovativo percorso professionale, mette assieme teoria e pratica, tecnologia e materie scientifiche. Le 32 ore di insegnamento settimanali affiancano, nei cinque anni del ciclo di studi, alle tradizionali materie di studio anche corsi appositamente costruiti e totalmente nuovi quali ‘elettronica, elettrotecnica ed automazione’, ‘logistica’, ‘scienza della navigazione e struttura dei mezzi di trasporto’, ‘tecnologie informatiche’, ‘diritto ed economia’, ‘meccanica e macchine’. Un corso il cui obiettivo è quello di preparare al meglio l’ingresso nel mercato del lavoro dei futuri periti esperti di logistica.

“Il polo scolastico tecnologico di Sassuolo si arricchisce, con il percorso tecnico industriale di ‘Logistica’, di un nuovo indirizzo a carattere fortemente  innovativo e in grado di rispondere ad esigenze specifiche di varie aziende, sia a livello territoriale che regionale – sottolinea Alessandra Borghi, Preside dell’Istituto Don Magnani -. Il profilo dell’esperto  Perito  in logistica  e’ caratterizzato da un percorso tecnico di 5 anni che porterà gli studenti  ad acquisire le diverse competenze  richieste dalle aziende, sia per la gestione informatizzata e automatizzata dei magazzini, sia per l’organizzazione in entrata e in uscita delle merci  attraverso l’utilizzo dei vari mezzi di trasporto. Il percorso fruirà  di collaborazioni costanti con importanti aziende  e associazioni del territorio per l’ organizzazione di  stage e progetti di alternanza scuola /lavoro, ai quali gli studenti parteciperanno durante il percorso scolastico, e con collaborazioni didattiche di esperti che coadiuveranno i docenti nell’attività scolastica, al fine di offrire un percorso di studi di attualità e in continua innovazione. La scuola può già contare su laboratori ben attrezzati e spazi disponibili che saranno a disposizione del nuovo indirizzo”.

“Il distretto di Sassuolo, conosciuto nel mondo come il principale polo produttivo della ceramica d’innovazione – dichiara Vittorio Borelli, Presidente di Confindustria Ceramica –, è nel contempo anche una straordinaria piattaforma logistica, in grado di movimentare oltre 20 milioni di tonnellate annue tra materie prime e rivestimenti ceramici, prodotti sia in loco che in altre parti dell’Italia e dell’Europa. La capacità di fornire risposte efficaci al mercato, in grado di valorizzare ulteriormente le produzione made in Italy di alto profilo, richiede esperti di logistica sia senior che junior, professionalità di cui l’industria ceramica italiana ha grande bisogno già da adesso “.

“L’automazione dei processi connessi alla logistica delle materie prime e dei prodotti finiti – dichiara il presidente di System  Franco Stefani – riveste la medesima importanza dell’automazione del ciclo di produzione, essendone la logica evoluzione nel senso di una gestione ottimale dei flussi fisici del prodotto. Il settore ceramico italiano, in grado di commercializzare i propri materiali nei cinque continenti e di approcciare interlocutori con dimensioni, caratteristiche ed esigenze anche molto diverse, ha bisogno di una logistica di assoluta avanguardia per la propria leadership”.

 

Alessandro Ascolani