La Corea del Sud chiede alle società una riduzione delle emissione di CO2 del 3%

Set 16th, 2013 | Category: Esteri

Da Seoul arrivano segnali incoraggianti di interesse ai temi ambientalisti. Il governo sudcoreano si è impegnato a chiedere alle aziende nazionali di ridurre le emissioni di anidride carbonica per un totale di 17,2 tonnellate entro il prossimo anno, pari al 3% percento delle emissioni complessive. L’obiettivo per quest’anno era una diminuzione dell’1,5%, dunque la proposta governativa è di raddoppiare l’impegno ecologista delle compagnie che operano sul suolo sudcoreano.
Secondo una stima ufficiale in Corea del Sud esistono 377 aziende che, senza una normativa ferrea sul controllo delle emissioni di CO2, il prossimo anno potrebbero produrre più di 570mln di tonnellate di gas serra. Il governo prevede di infliggere pesanti multe alle fabbriche che non rispetteranno le quote massime loro assegnate a partire dal 2014.
La Corea del Sud, l’ottavo produttore mondiale di anidride carbonica, dal 2009 sta varando una serie di regolamenti per riuscire a ridurre le emissioni di gas serra del 30% entro il 2020. Per raggiungere questo obiettivo, il governo a maggio ha approvato una legge per creare un sistema di mercato che dal 2015 imporrà alle aziende che supereranno le loro quote di emissioni di acquistare dei permessi dalle società che inquineranno di meno.

 

Alessandro Ascolani