La Gioconda ha una gemella: fu dipinta in contemporanea

Nov 18th, 2013 | Category: Cultura

L’opera di Leonardo più famosa al mondo avrà centinaia o anche migliaia di copie in

tutto il mondo. Ma quella che il museo del Prado ha ritrovato nei suoi fondi ha

qualcosa di unico: attribuita a uno dei pupilli favoriti del genio italiano,

Andrea Salari, o anche a Francesco Melzi, sarebbe contemporanea all’originale.

 

L’opera, che inizialmente si credeva di poco valore e soprattutto non italiana e postuma a

Leonardo da Vinci è stata ritrovata qualche anno fa,

poi le operazioni di restauro e pulizia del dipinto hanno permesso la sua

identificazione: secondo gli esperti si tratta di un’opera non solo eseguita in

contemporanea ma nello stesso studio di Leonardo, cosa che potrebbe portare a

nuove scoperte sul capolavoro originale. Proprio lo studio ai raggi

infrarossi  ha evidenziato come le

correzioni delle due opere siano andate di pari passo e questo potrebbe

significare solo che uno dei suoi allievi abbia seguito il maestro durante la

pittura dell’opera apportando le stesse modifiche.

 

L’opera, secondo le fonti, sarà ceduta con ogni probabilità dal Prado al museo parigino del Louvre, dove potrebbe essere esposta nella stessa galleria che ospita il ritratto più

celebre della storia dell’arte. La replica è praticamente delle stesse

dimensioni dell’originale: 76X57 centimetri, rispetto ai 77X53 della autentica Gioconda.

 

 

 

 

 

Francesca d’Agrosa