L’Amazzonia che non ti aspetti: a Expo Milano 2015 lo Stato brasiliano di Acre ha presentato il suo modello di sviluppo sostenibile

Set 30th, 2015 | Category: Economia

Una settimana di incontri internazionali e presentazioni nell’ambito di Expo Milano 2015 per fare conoscere lo Stato brasiliano di Acre, una zona del Brasile e dell’Amazzonia in particolare, ricca di opportunità di business derivanti dal suo modello virtuoso di sviluppo sostenibile ad alta inclusione sociale. Questo il bilancio della trasferta che ha coinvolto il Governatore dello Stato Tião Viana e la delegazione composta da imprenditori e rappresentanti delle Istituzioni per presentare le potenzialità dello Stato di Acre col fine di sviluppare rapporti di collaborazione e incrementare le possibilità di business con aziende e industrie italiane e internazionali del settore cosmetico, immobiliare, energetico, del design e dell’industria del legno.

 

“Con l’Italia – ha affermato il Governatore Tião Viana – abbiamo già avuto collaborazioni importanti, come il Politecnico di Milano, con cui abbiamo portato avanti uno scambio reciproco di conoscenze e tecnologie grazie all’apporto di giovani ricercatori. Questo dimostra quanto sia importante andare oltre i nostri confini per presentare le nostre eccellenze e cercare alleanze. Per noi è importante sviluppare, mantenere e garantire la qualità della vita del nostro popolo e per fare ciò scommettiamo sulla diversificazione della base economica con il corretto utilizzo delle risorse forestali. Stiamo sviluppando filiere legate all’ovinicoltura, alla bovinicoltura, alla piscicoltura all’apicoltura, alla raccolta di frutta naturale e all’uso intelligente del legno. Ciò che conta per noi è che ogni attività abbia le migliori pratiche di estrazione e raccolta”.

 

Numerosi e diversificati sono stati gli incontri e i colloqui in agenda in occasione della presenza a Expo Milano 2015 che hanno coinvolto Gerard Laffargue, Direttore eventi delle Galeries Lafayette e Mário Maia Batista, direttore delle relazioni istituzionali di Pirelli in America Latina. Il Governatore Tião Viana ha anche avviato incontri con i rappresentanti di Paesi come il Qatar, Cina, Giappone, Emirati Arabi, Belgio, Colombia e Cile al fine di sviluppare occasioni di partnership con lo Stato di Acre.

 

Pirelli in particolare, che in passato ha già avuto una partnership con Acre, torna a mostrare interesse per la terra di Chico Mendes. Oggi l’azienda ha 25 stabilimenti in Brasile e 12.000 lavoratori. “La mia intenzione è quella di riportare il Gruppo Pirelli in Acreha dichiarato Mario Maia Batista – per vedere da vicino ciò che è stato qui presentato. Mi ha molto sorpreso il felice momento che sta vivendo questo Stato. Pirelli è sempre alla ricerca di innovazione che contribuisca al benessere del pianeta, e Acre ha molto da insegnare in questo senso. Io sono un sostenitore di questo tipo di economia”.

 

Momento culminante della presenza dello Stato di Acre a Expo Milano 2015 è stata la “Giornata dell’Amazzonia” in cui è stata sottolineata l’importanza di consolidare sempre di più pratiche di sviluppo di modelli di economia sostenibile. La giornata si è conclusa con lo spettacolo musicale di João Donato, cantante, compositore e pianista di Acre, maestro della bossa nova

 

“Il mondo si incontra a Expo Milano 2015 attraverso le sue specificità e identitàha affermato Tião Viananoi stiamo portando tratti dell’identità culturale e storica della regione amazzonica e del Brasile. La nostra missione di unire le persone e i sentimenti era un’equazione che sembrava difficile, anche se per noi di Acre non è così poiché cerchiamo di far viaggiare di pari passo qualità della vita e crescita economica secondo modelli sostenibili”.

 

Nel corso della “Giornata dell’Amazzonia” lo Stato di Acre ha firmato, unitamente agli Stati brasiliani di Rondonia, Amazonas e Tocantis l’adesione al programma Under 2 MoU che riunisce tutti gli Stati sub-nazionali impegnati nella riduzione delle emissioni di gas serra che contribuiscono al riscaldamento globale. Il Vice Presidente della Regione Lombardia, Mario Mantovani, presente all’incontro, ha dimostrato interesse per una futura adesione al programma della Lombardia.

 

Ma lo Stato di Acre non ha voluto solo presentarsi come il luogo della sostenibilità perfetta, attraverso un’economia a bassa emissione di carbonio e ad alta inclusione sociale ma anche come un luogo fatto di sapori. La cucina è stata infatti un altro mezzo per presentare Acre e le sue specificità. Nel corso di una serata a tema sono state presentate specialità gastronomiche a base delle diverse qualità di pesce prodotte nello stato amazzonico.