L’arte del cioccolato: il “Chocolate show” di New York

Nov 28th, 2011 | Category: Attualità

Il cioccolato è un alimento la cui storia risale al 600 a.C (i Maya furono i primi coltivatori della pianta del cacao). Nel Settecento fu definito da Linneo, un naturalista svedese, ‘Theobroma’, il cibo degli dei. Attualmente viene prodotto nelle forme più svariate e la sua lavorazione è considerata una vera e propria arte. Al cioccolato vengono dedicate diverse manifestazioni, tra queste “Salon du chocolat” è la più importante del mondo; fondato nel 1997 da due imprenditori francesi, Sylvie Douce e François Jeantet, l’evento, come ogni anno, fa tappa in diverse città del mondo. Dal 10 al 13 novembre la manifestazione ha avuto luogo a New York; “Chocolate show” è giunto alla quattordicesima edizione. Il Metropolitan Pavillion della grande mela si è trasformato, in quei giorni, in un tempio della ghiottoneria, proprio come il film “La fabbrica di cioccolato”; l’unica differenza? L’assenza di Willy Wonka! Un tipo di cioccolato per ogni gusto, di tutte le forme…un luogo dove è praticamente impossibile non violare uno dei sette peccati capitali, la gola. L’evento ha radunato più di sessanta cioccolatieri americani e francesi e, oltre al salone espositivo, predisposto per visionare e degustare le prelibatezze fatte di cioccolato, i giorni sono stati scanditi da presentazioni di libri e conferenze, workshop e dimostrazioni di cucina dei più famosi maestri cioccolatai. E per accontentare non solo tutti i palati ma manche tutte le età, all’interno della struttura è stata allestita una kids zone dedicata alle attività dei più piccoli intrattenuti con letture, dimostrazioni e piccole lezioni di cucina. Il fashion show è stato l’evento di apertura, una sfilata di moda alquanto particolare: gli abiti erano fatti di cioccolato; vere e proprie sculture golose. Il tema della sfilata si rifaceva ai musicals di Brodway.

E per i più golosi sono disponibili tutte le tappe del tour 2011-2012 dell’evento: Parigi, Lione, Marsiglia, Bologna, Madrid, Mosca, solo per menzionarne alcune.

 

Beatrice Taurino