L’Udinese fa festa: è Champions League!

Mag 30th, 2011 | Category: Sport

Che la festa bianconera abbia inizio. Chiariamo subito che non si tratta della nobile Juventus ma dei bianconeri dell’Udinese che dopo un grande campionato sono riusciti ad aggiudicarsi il quarto posto che vale l’ultimo posto utile per la Champions League. Al di là delle polemiche che hanno accompagnato il pareggio tra Udinese e Milan che ha dato il punto della certezza ai friulani si è capito subito che i rossoneri, freschi di titolo, non avevano la minima intenzione di rovinare la festa dei padroni di casa. Nonostante i dubbi del presidente della Lazio Lotito, mitigati dalla delusione per il mancato raggiungimento del quarto posto dei romani, i friulani hanno fatto sicuramente più del Milan e la partita si è conclusa sullo 0-0 solo per la grande serata di Amelia che ha neutralizzato tutto, compreso un rigore di Di Natale. E pensare che l’Udinese aveva iniziato il campionato con un ruolino ben poco invidiabile di 5 sconfitte consecutive e va dato merito anche al presidente Pozzo di non aver perso la fiducia in Guidolin, uno dei principali artefici di questo campionato miracoloso. Tutti grandiosi nella trionfante stagione dell’Udinese ma iniziando a parlare dei singoli non si può non parlare dell’immenso Totò Di Natale. A quasi 34 anni l’attaccante napoletano vince la classifica cannonieri per la seconda annata consecutiva realizzando 28 gol e staccando di 2 marcature l’attaccante del Napoli Cavani. Udine è il suo paradiso e dimostra di trovarsi a meraviglia negli schemi di Guidolin. Quest’anno ha segnato però anche l’esplosione di un grandissimo talento: Alexis Sanchez.  Il cileno con i suoi 12 gol di pregevole fattura, i suoi pregevolissimi assist e i suoi numeri da funambolo è diventato il pezzo pregiato del prossimo mercato. Si dice che la maggior parte dei top club europei, con in testa Inter e Manchester City, stiano facendo carte false pur di assicurarsi “El Nino Maravilla”. Ma il presidente Pozzo è stato chiaro: sotto i 35 milioni non se ne parla. Altri giocatori si sono rivelati autentiche sorprese come il terzino colombiano Armero autore di una grandissima stagione e dotato di notevoli mezzi tecnici e fisici, l’altro terzino Isla che si è confermato come uno dei miglior del suo ruolo, il metronomo Inler che sembra però destinato a finire al Napoli e il ghanese Asamoah accostato invece al Milan di Allegri. La società è consapevole che nonostante i preliminari di Champions da disputare sarà difficile tenere tutti i gioielli a Udine ma questo non è un problema in quanto il club friulano si è dimostrato sempre all’avanguardia nello scoprire giovani di talento e rivenderli a peso d’oro. Per una città che fa festa ce n’è un’altra, Roma, che di certo non fa i salti di gioia dopo l’ultima di campionato. La Lazio, che ha concluso la stagione con la vittoria a Lecce per 4-2, aveva sperato fino alla fine di raggiungere il quarto posto che sarebbe arrivato solo con la vittoria del Milan a Udine e la concomitante vittoria in Puglia ma il campionato degli uomini di Reja resta comunque ottimo. Decisamente diversi gli umori sull’altra sponda di Roma dove i giallorossi hanno staccato un biglietto per l’Europa League battendo la già retrocessa Sampdoria ma possono di certo recriminare per una stagione travagliata e di certo non all’altezza delle aspettative. I tifosi hanno contestato la squadra dopo l0ultima di campionato e si aspetta di vedere all’opera la nuova dirigenza americana per fare maggiormente luce sugli obiettivi cui potrà aspirare la Roma sin dal prossimo campionato. Anche la Juventus è in subbuglio dopo la pessima stagione degli uomini di Del Neri che non sono riusciti a conquistare nemmeno un posto nell’Europa minore. Ma questo è un altro discorso. La vera festa rimane a Udine dove i friulani si sono rivelati autentica sorpresa della stagione staccando con merito l’ultimo biglietto per la Champions League.