Nel segno di Drogba, il Chelsea è sul tetto d’Europa

Mag 28th, 2012 | Category: Sport

Chi avrebbe mai sostenuto a inizio stagione che quest’anno sarebbe stato il Chelsea a vincere la Coppa dalle grandi orecchie? Nessuno. Eppure i londinesi sabato 19 maggio hanno alzato la Coppa Uefa Champions League 2011 – 2012, trionfando in finale ai calci di rigore contro il Bayern Monaco. La squadra allenata da Roberto Di Matteo è la prima della Capitale inglese ad avere vinto la Champions League, riuscendo anche a sfatare il tabù dei calci di rigore che quattro anni prima costarono la finale ai danni del Manchester United di sir Alex Ferguson.

La stagione del Chelsea sembrava balorda, Villas Boas, tenendo fede alla sua filosofia, aveva messo fuori squadra degli elementi importantissimi come Lampard e Drogba. Poi, dopo l’esonero del portoghese è arrivata la svolta, e soprattutto sono arrivate le coppe Dapprima la FA Cup vinta contro il Liverpool, poi la Champions League. Roberto Di Matteo ha portato in bacheca queste due coppe, badando molto di più alla sostanza che alla forma. Totalmente agli antipodi dalla filosofia di calcio “zemaniana” che è volta sempre all’attacco, (Zeman quest’anno ha ottenuto la Promozione in Serie A con il Pescara ed in passato è stato allenatore di Roberto Di Matteo nella Lazio) molto più simile ad un catenaccio all’italiana di “trapattoniana memoria”, l’allenatore abruzzese ha ridato fiducia ai senatori della squadra e ha trionfato sovvertendo per ben due volte consecutive i pronostici dei Book Makers. I londinesi hanno infatti eliminato prima il Barcellona in semifinale e poi hanno trionfato in finale a Monaco di baviera contro i padroni di casa tedeschi.

La finale non si può annoverare tra le più belle partite della storia del calcio, tuttavia non è stata priva di emozioni e di occasioni da gol. I 90 minuti regolamentari sono terminati sul punteggio di 1-1. Il Bayern, che ha sostanzialmente fatto la partita senza però dare mai l’impressione di poterla vincere facilmente, si è portato in vantaggio all’82 con la rete di Mueller. Poteva essere la stoccata decisiva, invece, il Chelsea non ha mollato, Drogba è salito in cattedra e ha infilato Neuer a pochi secondi dal fischio finale fissando il punteggio sul’1-1 e gelando l’Allianz Arena. Nei tempi supplementari il Bayern Monaco ha avuto la più ghiotta delle occasioni: un calcio di rigore a favore per atterramento in area di Ribery. Robben però si è fatto ipnotizzare da Peter Cech, che così si è rifatto della non impeccabile parata in occasione del vantaggio del Bayern. I restanti minuti di gioco sono scivolati via senza particolari emozioni e si è giunti alla lotteria dei calci di rigore. Sono stati decisivi gli ultimi due rigoristi, dopo che entrambi i portieri hanno parato un rigore a testa. Per il Bayern ha calciato il capitano Schweinsteiger che ha centrato il palo, per il Chelsea ha calciato Drogba, che ha segnato spiazzando il forte portiere tedesco. La Gioia dei londinesi ha potuto così esplodere. La Coppa dei Campioni ha il suo nuovo mattatore: Didier Drogba. Chissà se anche l’anno prossimo avremo una sorpresa come quest’anno? Noi Italiani avremo tre squadre in lizza, Il Milan, la Juventus e se passa il turno preliminare, l’Udinese di Guidolin, staremo a vedere.

 

Francesco Mancini