Ritrovata la salma di Mike Bongiorno, è giallo

Dic 19th, 2011 | Category: Primo Piano

mike_bongiornoLa bara del celebre presentatore è stata ritrovata, in zona Vittuone, dopo quasi un anno dalla sparizione. Era riversa vicino ad un canale, nei pressi di un’industria di ceramiche. La zona che si trova a circa 30 kilometri a sud di Milano, è in piena campagna senza case e dunque isolata.

La salma era stata trafugata la notte tra il 24 e il 25 gennaio 2011 dal cimitero di Dagnante (Novara), in Piemonte, paese natale del presentatore.

Da allora non c’erano state più notizie, salvo qualche segnalazione da parte di alcune persone che però sono risultate sempre infondate. In realtà la famiglia era stata contattata più volte da due uomini che, con l’intento di estorcere denaro, avevano affermato di avere in ostaggio il feretro. Ma dopo qualche mese più nulla.

Sul ritrovamento gli inquirenti stanno ancora indagando.

Indiscrezioni affermano che i carabinieri ci sono arrivati dopo una soffiata da parte di personaggi vicino alla malavita milanese; ufficialmente però gli inquirenti hanno dichiarato che è stata una telefonata fatta da un passante a portarli sul luogo. Fatto sta che la situazione non è molto chiara ecco perchè non hanno rilasciato molte dichiarazione.

Da quel poco che si è appreso, il feretro era ancora sigillato e riportava la targhetta con il nome del presentatore, la sua data di nascita e di morte. Sono state le analisi del Ris di Parma a confermare che dentro la bara c’erano i resti del corpo di Mike.

Della vicenda è stato informato il pm di turno di Milano, Tiziana Siciliano, che ha trasmesso subito gli atti ai colleghi della Procura di Verbania che già indagavano sul furto.

La famiglia, subito avvertita non si è recata sul posto ma ha preferito aspettare la salma all’istituto di medicina legale di Milano.

Michele Bongiorno, raggiunto poco dopo da un giornalista dell’Ansa ha cosi’ commentato‘Adesso stiamo decisamente meglio, siamo felicissimi che sia stato ritrovato il corpo, anche perche’ e’ sempre stata l’unica cosa che ci interessava davvero’. Il primogenito, insieme all’altro fratello Nicolò sono stati gli unici familiari a riconoscere i resti del padre.

Daniela Zucconi, ha  invece affermato:”Mike tornerà a casa, a Dagnente, sul lago Maggiore, un posto che tanto gli piaceva”. Che però aggiunge: “Non tornerà nel cimitero. Voglio cremare il suo corpo, per proteggerlo. I ragazzi sono d’accordo, quindi avvieremo la procedura per la cremazione“.

“Immagino – prosegue la moglie in un’intervista a “la Repubblica” che Mike vorrebbe forse che le sue ceneri venissero disperse sul Cervino, ma temo che la religione e le leggi attuali non lo permettano”.

Per quanto riguarda i colpevoli, la moglie di Mike ha rilasciato solo una breve dichiarazione: “Non cerco vendetta, La malvagità è sempre la conseguenza di una ferita, chi è cattivo si porta dentro un dolore. Chiunque sia stato lo commisero e lo perdono”.

Daniela Zucconi, ex stilista, era la terza moglie di Mike e colei che lo ha visto per l’ultima volta vivo. Erano in vacanza insieme a Montecarlo l’8 settembre 2009, quando Mike ebbe un’infarto in  una suite dell’hotel Metropole. Aveva 85 anni.

Per decisione del Consiglio dei ministri, il suo è stato un funerale di stato celebrato il 12 settembre 2009 nel duomo di Milano, alla presenza di diverse personalità della politica e dello spettacolo e di circa 10.000 persone.

Mike Bongiorno è considerato il fondatore della televisione italiana. Fu conduttore di famose trasmissioni radiofoniche e televisive che venivano seguite da milioni di telespettatori nell’Italia del boom economico. Negli ultimi, Mediaset lo aveva messo da parte e questo, secondo diverse indiscrezioni, lo aveva molto amareggiato.

Il ritrovamento del feretro, avvenuto in circostanze misteriose, placa solo in parte l’indignazione che tutti hanno provato al furto della bara. Chi e perchè ha compiuto questo gesto ignobile? Gli interrogativi sono ancora molti, ma la cosa importante è che, il corpo di Mike riposi finalmente in pace, magari sparso con le sue ceneri nel tanto amato monte Cervino. Allegria!