Rivoluzione Inter: via Benitez, arriva Leonardo

Gen 3rd, 2011 | Category: Sport

Anche le più belle storie d’amore possono finire in modo burrascoso. Ma in questo caso non si può nemmeno parlare di una storia d’amore in quanto il feeling tra il tecnico spagnolo Benitez e l’ambiente nerazzurro non è mai nato. Rafa ha avuto l’ingrato compito di essere il successore di José Mourinho che era entrato subito nel cuore degli interisti con i suoi modi di fare arroganti e presuntuosi e portando l’Inter a vincere tutto. Il club nerazzurro ed il tecnico spagnolo hanno risolto consensualmente il contratto ed ognuno per la sua strada con Benitez che si porta a casa anche una buonuscita di circa 3 milioni di euro e molto probabilmente tornerà ad allenare in Inghilterra. Dopo sei mesi, due trofei e tante incomprensioni tra il presidente ed il suo allenatore questo il comunicato della società: “F.C. Internazionale e Rafael Benitez comunicano che, consensualmente e con reciproca soddisfazione, hanno raggiunto un accordo per la risoluzione anticipata del rapporto di lavoro. F.C. Internazionale ringrazia Rafael Benitez  per il lavoro svolto alla guida della squadra che ha portato ai successi della Supercoppa italiana e del Mondiale per Club Fifa. Rafael Benitez ringrazia F.C. Internazionale per l’importante esperienza professionale e per le vittorie vissute insieme”. Di rito anche i saluti dell’ex tecnico del Liverpool. “Voglio ringraziare tutti per l’appoggio ricevuto durante la mia esperienza all’Inter, voglio ringraziare personalmente, e anche a nome dei miei collaboratori, i calciatori, i dipendenti del club e i tifosi che hanno avuto fiducia in noi. I due titoli conquistati sono stati il risultato dell’impegno di tutti quelli che sono stati al nostro fianco, mantenendo sempre come principi fondamentali la professionalità, l’educazione, il rispetto e la dedizione al club. Di tutto questo siamo molto orgogliosi. A prescindere dalla naturale tristezza che c’é quando si lascia un grande club come l’Inter, andiamo via portando con noi l’allegria del ricordo dei tifosi che ci hanno accolto dopo la vittoria del mondiale per club. A tutti loro, così come al club e ai tifosi – conclude Benitez – auguro i massimi successi sportivi per il futuro. Infine, è doveroso da parte mia un ringraziamento al presidente Massimo Moratti per avermi scelto a suo tempo come allenatore dell’Inter”. Ma il cambio in panchina era nell’aria e a lasciare tifosi e addetti ai lavori straniti è stato il nome del successore: Moratti ha scelto il brasiliano Leonardo, ex allenatore del Milan e da sempre icona rossonera. SkySport 24 ha rivelato che prima della firma di Leonardo con l’Inter arrivata alla vigilia di Natale il tecnico ha chiamato Galliani. Questa telefonata è stata fatta per informare l’ambiente rossonero dell’imminente firma con i rivali nerazzurri più che per “chiedere il permesso”. Il tecnico all’epoca dei trascorsi rossoneri si è trovato spesso in antitesi con il presidente Berlusconi e infatti la sua cacciata scaturì proprio da divergenze tattiche con il numero uno del Milan. Ecco i dettagli dell’accordo tra il club campione del mondo e l’ex brasiliano del Milan: contratto fino al 2012 con opzione fino al 2013 (2 milioni di euro l’anno).
I tifosi dell’Inter sono divisi visto il passato rossonero di Leo e anche in casa Milan pare siano infastiditi dalla scelta di Moratti. Il patron nerazzurro non lo vede come un sgarbo: ‘Se è uno sgarbo al Milan? Non mi piace questa versione, sarei dispiaciuto se venisse visto così’. Lo spogliatoio dell’Inter, che aveva ormai scaricato Benitez, è già pronto ad accogliere Leonardo. Il brasiliano è molto amico di capitan Zanetti che spende parole importanti per lui: “Conosco molto bene Leonardo, è una persona molto intelligente, in gamba. Come allenatore ha grandi capacità, ha raccolto molta esperienza durante la sua carriera da calciatore e non solo”. Cambiano anche le strategie di mercato con l’arrivo di Leonardo e dopo il ritorno alla base di Ranocchia in arrivo dal Genoa si vocifera che il tecnico, molto amico di Kakà, stia pensando al grande colpo per il mercato estivo. Siamo sicuri che i milanisti chiuderanno un occhio per il passaggio di Leo agli odiati concittadini ma non riuscirebbe a mandar giù un arrivo a Milano, sponda nerazzurra, dell’ex beniamino Kakà. D’altronde la rivalità e gli sgarbi sono all’ordine del giorno e dopo aver messo a segno il colpo Ibrahimovic il Milan sembra pronto ad incassare la risposta della controparte per un’Inter che diventerà sempre più sudamericana.