Schumacher, un talento intramontabile

Giu 20th, 2011 | Category: Sport

Michael Schumacher ha dimostrato oltre ogni dubbio che egli sia ancora in grado di essere veloce quando la Mercedes è in grado di fornirgli una vettura competitiva, dopo la sua esibizione nel Gran Premio del Canada. Questa è anche l’opinione del capo della Mercedes-Benz Motorsport, Norbert Haug, il quale crede che la stupenda gara di Schumacher a Montreal, anche se non è stata coronata dal podio, rappresenti il ritorno dell’ex ferrarista. «Questo è ciò che accade nello sport, le situazioni mutano velocemente», ha detto Haug in riferimento alle lodi di Schumacher in Canada solo poche settimane dopo che i critici lo avevano inviato al ritiro dopo il GP di Turchia. «Alla fine hai bisogno di risultati, e Michael ha risposto da campione alle critiche, dimostrando la sua sensibilità di guida su una pista umida in cui molti piloti hanno fatto incidenti, dando buoni risultati. Il nostro team è composito, rimane unito e tutti si aiutano a vicenda. Questo è Michael al suo meglio. La gara dimostra che lui può fare bene, e che se gli diamo l’auto giusta ci farà ancora divertire», ha chiuso Haug. L’ottimo stato di forma di Schumacher quest’anno, e un miglioramento in termini di prestazioni rispetto al compagno di squadra Nico Rosberg, ha spinto a pensare in molti addetti ai lavori che il tedesco potrebbe estendere il suo contratto con la Mercedes oltre la fine del 2013. Anche i commenti entusiastici di fine gara potrebbero far propendere per questa ipotesi. Tuttavia, parlando dopo la gara del Canada, Schumacher ha spiegato: «Ho sentito la voce, si tratta di speculazioni, un’interpretazione del mio commento», ha affermato. «Ho ancora tre stagioni da completare ed è presto per decidere del mio futuro, vedremo prossimamente anche in base ai risultati». Il risultato del campione tedesco dimostra, al di là dei risultati che il vero talento è intramontabile e che con una Mercedes più competitiva potrebbe vincere il titolo: l’ennesimo rimpianto per la Ferrari che dimostra al contrario sempre di più di aver scelto la strada sbagliata.