Un premio per ricordare Alberto Sordi

Giu 23rd, 2015 | Category: Spettacolo

Alberto-Sordi-Award-2015Nella splendida cornice della Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, la Fondazione Alberto Sordi rende omaggio alla figura del grande attore nella ricorrenza del suo compleanno con lo speciale evento “Premio Alberto Sordi”.
L’evento ha anche lo scopo di far conoscere e sostenere le iniziative per gli anziani fragili che la Fondazione porta avanti secondo il desiderio di Alberto Sordi.
Durante la serata, presentata da Fabrizio Frizzi, si sono alternati numerosi esponenti del mondo dello Spettacolo, dell’Arte e della Cultura a portare una propria testimonianza in ricordo del grande attore.
I proventi della serata serviranno a sostenere il Progetto di Ricerca Sanitaria per la diagnosi e la cura del Morbo di Alzheimere il Progetto di stimolazione cerebrale per il recupero motorioPost-Ictus condotti dall’Università Campus Bio-Medico di Roma di cui la Fondazione è Ente sostenitore.
Il “Premio Alberto Sordi”, assegnato ogni anno ad Eccellenze del panorama italiano che si sono distinte non solo sotto il profilo professionale, ma soprattutto sul piano dell’impegno sociale, è stato conferito in questa edizione a:
ENRICO BRIGNANO, RICCARDO COCCIANTE, CARLO CONTI, ROSARIO FIORELLO, GABRIELLA PESSION
Invece il “Premio Alberto Sordi per la Solidarietà” a LUCIA VEDANI, che ha fatto dell’accoglienza dei malati lontani da casa una vera e propria missione di vita.
E’ stato il Maestro Scultore Egidio Ambrosetti a realizzare la preziosa scultura in foglia d’oro rappresentativa del Premio.

La Fondazione Alberto Sordi è un Ente Morale istituito nel 1992, riconosciuta con D. M. del 30 ottobre 1995.
Ad essa Alberto donò un lotto di terreno a sud di Roma e immerso nel verde della campagna, perché vi sorgesse nel 2002 una struttura d’avanguardia composta da: un Centro per la Salute dell’Anziano polivalente ed integrato per la cura e l’assistenza qualificata delle persone anziane ed un Centro Diurno Anziani Fragili per aiutare l’anziano a mantenere, recuperare e sviluppare le proprie capacità psico-fisiche.
La Fondazione è Ente Sostenitore della Università Campus Bio-Medico di Roma, che, sullo stesso terreno, ha fatto sorgere nel 2007 un Polo di Ricerca Avanzata in Biomedicina e Bioingegneriaspecificamente orientato alla ricerca geriatrica e alla fisiopatologia dell’invecchiamento, e nel 2012, un edificio destinato alla didattica universitaria.